Mediaterraneonews.it

ECDL: che cos’è e qual’è il programma tipo

Nell’ultimo decennio la tecnologia ha fatto enormi passi da gigante, specialmente grazie al miglioramento ed alla diffusione di Internet. Con il web, infatti, è possibile svolgere ormai di tutto: leggere quotidiani, vedere film, lavorare, eseguire operazioni finanziarie, pagare tasse ecc.
Saper utilizzare un computer nello specifico diventa pertanto una conoscenza molto importante sia per sè stessi sia come variabile da considerare in ottica lavorativa, visto che sempre più lavori richiedono ormai l’utilizzo di Internet e dell’informatica in generale
Ma come fare a verificare le competenze con un computer di una persona?
Per chi vuole avere un curriculum più completo, è disponibile richiedere, previo superamento di corso ed esame, la Patente Europea del Computer, nota anche con l’acronimo ECDL.
Essa è importante non solo per acquisire conoscenze utili per sé stessi, ma anche come punteggi in concorsi pubblici e per gli esami di maturità.
Scopriamo qualcosa in più sulla patente ECDL, come funziona e quali sono i programmi che vengono studiati ed approfonditi nello specifico.

– Cos’è la ECDL
Come già accennato, si tratta di un attestato che riconosce che il soggetto abbia le giuste competenze informatiche di base, per eseguire lavori ed utilizzare il computer senza particolari difficoltà.
ECDL è l’acronimo di European Computer Driving Licence, ed è stato ideato dal CEPIS, un ente europeo che tratta di informatica e di corsi appositi.
La Patente Europea del Computer è utilizzata e valida in oltre 148 Paesi europei, in alcuni sotto diverse nomenclature, ed è possibile eseguire il test per ottenere l’attestato in oltre 24.000 società accreditate ufficialmente. E’ interessante quindi averla anche se si ha intenzione di lavorare all’estero.

– La nuova ECDL
Questa Patente europea venne creata nel 1997, ma visto la diffusione non ancora eccessiva di Internet non era molto richiesta. Nel 2013, pertanto, questo corso è stato rivisitato, ampliando le certificazioni precedenti, aggiornando nuovi moduli per rimanere aggiornati sulle ultime novità del campo della tecnologia e dei computer stessi.
La nuova ECDL comprende ben sette moduli di studio, ognuno molto importante ed interessante da analizzare:

  • computer essential, ovvero come usare il computer e come gestire i vari file;
  • online essential, ovvero l’utilizzo basilare della connettività Internet e del mondo del web;
  • word processing, cioè l’utilizzo delle varie applicazioni per elaborare testi, come word, le note ecc.;
  • spreadsheets, ovvero il foglio elettronico;
  • IT security, ovvero conoscere tutti i metodi per rendere il computer sicuro, quindi gli antivirus, i firewall, come riconoscere email phishing ecc.;
  • presentation, ovvero come creare delle presentazioni, tramite vari file tra cui spicca Power Point;
  • online collaboration, ovvero conoscere come funzionano le reti informatiche, quindi la connettività Wi-Fi, LAN ecc.

Come già accennato, per ottenere l’attestato di ECDL è necessario svolgere l’esame in uno dei numerosi Test Center specializzati, però è necessario essere in possesso della Skills Cards, una specie di foglio A4 virtuale dove si inseriscono i risultati ed i dati degli esami ottenuti.
Come conseguenza di ciò, quasi la totalità dei corsi per la Patente Europea del computer non si svolge in presenza, bensì tutto direttamente online, per via telematica.
Ciò ha numerosi vantaggi, ovvero nell’organizzarsi in modo autonomo il tempo per studiare e svolgere gli esami, evitare di andare con frequenza in appositi sedi ecc.
Per concludere, questa patente europea è fortemente consigliata per chi vuole entrare in posti di lavoro dove è necessario l’utilizzo di un computer e dell’informatica in generale, o per chi semplicemente vuole concretizzare le proprie conoscenze in campo informatico con uno specifico attestato, che verrà riconosciuto nel mondo del lavoro e come punteggio nei concorsi pubblici.