Mediaterraneonews.it

lavoro

Il più bel lavoro del mondo

Qual è il più bel lavoro del mondo? Quello artistico e creativo, risponde qualcuno, perché ti mette nelle condizioni di raggiungere i risultati migliori usando le tue capacità e attitudini migliori, perché ti mette a confronto con le tue aspirazioni più profonde e segrete.

No, risponderebbe qualcuno, il miglior lavoro del mondo è quello che ti offre più possibilità di guadagno, che ti rende la vita facile a suon di soldi e di entrate. Nulla è meglio del guadagno facile, a patto che sia onesto, ovviamente.

Non sono d’accordo, risponde qualcun altro, il lavoro migliore è quello a contatto con la gente, quello che ti consente di variare continuamente le tute attività perché le persone sono sempre diverse, e ti mettono in condizione di dover continuamente cambiare prospettiva: nulla di più stimolante che un lavoro a contatto continuo con gli altri.

Ma c’è chi vuole un lavoro tranquillo, senza complicazioni, e chi invece pensa che il lavoro migliore sia quello in cui c’è sempre una novità, sempre qualcosa da imparare. C’è chi pensa che non ci sia niente di meglio che cambiare continuamente, e chi invece vede nella routine la soddisfazione più gratificante.

Il lavoro migliore del mondo, mi ha detto un dirigente di Accueil, la società calabrese che fa consulenza commerciale telefonica, è il lavoro commerciale. È il più vario, imprevedibile e ricco di sorprese, non c’è lavoro al mondo che offra una gamma di situazioni più diversa. Ti mette in contatto con le persone, e quindi ti offre la possibilità di sfruttare al meglio la disponibilità al colloquio, al confronto, alla relazione. È in grado di soddisfare, per chi riesce, anche richieste economiche, e poi è un lavoro in cui chi è bravo va avanti, non ci sono raccomandazioni o favoritismi: se sei bravo vendi e vai avanti e puoi guadagnare. Infine, se lo fai in un’azienda come Accueil è anche sicuro: che cosa di meglio di lavorare in un’azienda in crescita e in salute?