Mediaterraneonews.it

Riduzione labbra, la nuova tendenza in medicina estetica

Eravamo tutti abituati a vedere personaggi dello spettacolo (e non) con labbra grandi e turgide, la moda era quella, ma pare che ora il trend stia decisamente invertendo la rotta. Infatti, già ormai da qualche tempo, la nuova tendenza è quella di ridurre le labbra con un intervento chirurgico che, se da una parte non può certo essere definito complicato, dall’altra non è nemmeno da prendere alla leggera. La novità, manco a dirlo, arriva dagli USA, soprattutto dalla California dove questo tipo di trattamento estetico viene addirittura eseguito nella pausa pranzo, dato che appunto richiede semplicemente un’anestesia locale. Ma la riduzione labbra è davvero un intervento privo di rischi?

Riduzione delle labbra in cosa consiste

L’intervento di riduzione delle labbra, che rientra quindi tra gli interventi di cheiloplastica o labioplastica, nello specifico si tratta di cheiloplatsica riduttiva, è un intervento in apparenza semplice, tanto che appunto viene eseguito anche in anestesia locale, ma che può comportare anche delle complicazioni non piacevoli. Questo è il motivo per cui tale tipo di intervento non va assolutamente preso alla leggera.

Questo tipo di procedimento consiste nell’asportare orizzontalmente, per lo più, del tessuto labiale. Come detto non si tratta di un intervento chirurgico complesso, tuttavia è molto delicato a causa dell’impatto estetico che le labbra hanno nell’armonia del volto. L’intervento richiede circa un’ora in anestesia locale e una volta medicato, il paziente può riprendere le normali attività quotidiane salvo il fatto che non può muovere eccessivamente le labbra e che dovrebbe mangiare per lo più liquidi facendo attenzione alla sutura.

Rischi dell’intervento di cheiloplastica riduttiva

La difficoltà principale è dovuta al fatto che nelle labbra vi sono numerosi vasi e nervi e il rischio è che la funzionalità di questi venga compromessa. L’esito in questo caso è che l’estetica può risentirne notevolmente, purtroppo ci sono stati casi in cui il risultato sperato non solo non è stato ottenuto, bensì si è dovuti ricorrere nuovamente al chirurgo per rimodellare delle labbra sformate dall’intervento.

Un bravo chirurgo sa certamente dove intervenire, ma purtroppo vi sono persone anche non ben preparate che eseguono l’intervento arrecando gravi danni a chi vi si sottopone. L’altro rischio è dato dalle cicatrici. Solitamente, se l’intervento viene bene eseguito, la cicatrice è una sottilissima linea che va a mascherarsi tra la piega centrale del labbro, ma basta un minimo errore per renderla eccessivamente visibile.

Quando ricorrere a questo intervento

riduzione labbra2L’intervento è consigliato quando si hanno dei volumi delle labbra davvero eccessivi, volumi che possono arrivare a comprometterne il corretto funzionamento o che creano un disagio insormontabile per il paziente dal punto di vista estetico. Occorre sempre fare un’attenta valutazione dei pro e dei contro, per questo il consiglio è quello di rivolgersi a un chirurgo davvero esperto. L’intervento non dovrebbe mai essere fatto solo per seguire una moda. Il costo è invece alla portata di tutti e si aggira intorno ai 1.000, 1.500 euro.

Se l’intervento non va a buon fine

Se l’intervento di labioplastica riduttiva porta a delle conseguenze negative, si rientra tra i casi di malasanità, per cui si può chiedere un risarcimento dei danni subiti chiedendo una consulenza agli avvocati dello studio legale reale.